San Vito 

Ecco il nostro meraviglioso simulacro di San Vito. Aspettiamo trepidanti di rivederLo il 15 giugno, tra circa 4 mesi. Il nostro Santo Patrono San Vito è tra i dieci Santi Ausiliatori la cui intercessione è ritenuta particolarmente efficace in determinate necessità della vita. San Vito viene invocato per la Sua virtù taumaturgica contro l’idrofobia, la Corea, la letargia, l’epilessia e la malattia nervosa, detta “ballo di San Vito “, neutralizza i morsi dei cani e dei serpenti.Noi lo preghiamo sempre, anche per delle sciocchezze, e Lui quando può ci aiuta, vi devo svelare una credenza antica, quando si chiede qualcosa a San Vito e poco dopo si sente abbaiare un cane e lo si vede passare, si dice che tutto andrà bene!!! Mi auguro che San Vito protegga questa nostra meravigliosa cittadina che in questo periodo sembra un po’ abbandonata!!! Fine terza parte.

di  Pantera Rosa

Annunci
Studi e ricerche

La vita di San Vito

Oggi, in breve, racconterò la vita di San Vito:
San Vito martire nacque a Mazzara del Vallo probabilmente verso l’anno 286 d.C..
La tradizione dice che perdette da bambino la madre e che fu affidato alle cure di una nutrice cristiana di nome Crescenzia e ad un maestro, anche lui cristiano, di nome Modesto, i quali di nascosto dal padre lo educarono nella fede cristiana. Il 23 febbraio del 303 si scatenò in modo furioso una persecuzione contro i Cristiani con l’editto emanato dall’imperatore Diocleziano. La persecuzione si estese presto, come un ciclone, per tutte le province dell’impero e gli ordini dell’imperatore raggiunsero presto anche la Sicilia, dove quasi tutti i cristiani preferirono morire piuttosto che rinnegare Cristo. Il padre di Vito, cercò in tutti i modi di dissuadere il figlio ad aderire al Cristianesimo, ma non essendoci riuscito, lo denunziò alle pubbliche autorità. Certamente anche per il giovane Vito furono usate tutte quelle torture che venivano messe in atto in simili occasioni. Si cercava prima di tutto di imbrattare con le tentazioni dei sensi il Martire, in modo che prima che nella fede, l’uomo si sentisse un vinto ed un traditore nella vita morale. In un secondo tempo

Studi e ricerche

San Vito Santo Patrono della nostra amata MASCALUCIA

Moltissimi anni fa il Santo Patrono era San Nicola di Bari, ma dopo varie vicissitudini il suo posto fu preso da San Vito.
Il 3 marzo 1771 avvenne la proclamazione ufficiale di San Vito quale Santo Patrono di Mascalucia. In virtù del privilegio assegnato alla Congregazione dei Santi Riti dal Papa Urbano VIII con bolla del marzo 1630, ottenne la “gratiam confirmationes”.

In un documento datato

Studi e ricerche

V11 ANTONIO TORRISI : “San Vito è stato costruito così…”

Questa seconda parte dell’intervista con Antonio Torrisi è assolutamente imperdibile.
Antonio ci svela la tecnica di costruzione del simulacro di San Vito, unitamente a tante piccole curiosità che tutti i devoti hanno sempre pensato, ma mai osato chiedere.
Non manca il commovente ricordo di alcuni Mastri di Vara e Membri del Comitato di San Vito del passato, qui ricordati con una serie di aneddoti bellissimi.

Link per vedere il video su Facebook

Link per vedere il video su Youtube

Mascalucia e San Vito: intervista ad Antonio Torrisi.

Buona visione,

Gruppo Storia locale MDOC

Area video Le interviste

V10 Mascalucia e San Vito: intervista ad Antonio Torrisi.

– ANTONIO TORRISI : “Mascalucia/San Vito, binomio inscindibile” –

Siamo andati ad intervistare il “mastro di vara” Antonio Torrisi , proprio nei luoghi del culto del Santo, in prossimità della nostra bellissima Cappella sita nella Chiesa di San Vito.
Vi confessiamo una certa emozione nel rivisitare posti ed ambienti che hanno fatto parte della nostra vita e che hanno accomunato tanta bella gioventu’ mascaluciota.
Il dialogo con Antonio è stato interessante, ricco di spunti, franco, tant’è si è deciso di comune accordo di fare anche una seconda parte che sviscerasse i temi rimasti in sospeso , per motivi di tempistica del video.
Parlare di San Vito non è una questione da risolvere in pochi minuti, ma va fatto con meticolosità, con quella cura e quell’ approccio che deve dare il giusto risalto all’argomento.
Ci tenevamo a fare bene, perchè inutile negarlo : nelle nostre vene scorre sangue sanvitoto.
L’intervista in Chiesa ci ha immedesimati subito nel clima adatto, con quell’atmosfera pacata e soave che ha reso il tutto veramente magico.
Abbiamo poi cercato di fare un montaggio “particolare” che, oltre alle parole , suscitasse anche attimi di emozione.
Speriamo di esserci riusciti.
Ringraziamo don Paolo, Antonio Torrisi ed il Comitato della Festa per la cortese accoglienza e per la grande disponibilità al dialogo ed alla collaborazione.
Pro-Mascalucia e soprattutto pro-San Vito.

Gruppo Storia Locale MDOC

Clicca qui per vedere il video su Facebook

Clicca qui per vedere il video su Youtube

Area video Le interviste