Storia - Giugno 17, 2020

I “congiurati” della SGAS

Riceviamo dall’amico Vito Guglielmino, una foto che dovrebbe essere stampata sui libri di storia e studiata a scuola. I “Carbonari” mascalucioti della SGAS riuniti all’epoca in una sede segreta a congiurare contro l’ordine precostituito. “Qui si fa Mascalucia”, inneggia il cartello in forma di monito al popolo che in maniera pecoreccia, preferiva adattarsi alle vecchie […]
Di Giuseppe Reina

...
Riceviamo dall’amico Vito Guglielmino, una foto che dovrebbe essere stampata sui libri di storia e studiata a scuola.
I “Carbonari” mascalucioti della SGAS riuniti all’epoca in una sede segreta a congiurare contro l’ordine precostituito.
“Qui si fa Mascalucia”, inneggia il cartello in forma di monito al popolo che in maniera pecoreccia, preferiva adattarsi alle vecchie logiche partitiche piuttosto che all’avanzare del nuovo.
Un sogno politico quello della SGAS con grandi ideali e contenuti che sfruttavano la goliardia per cercare una visibilità all’epoca difficile da far arrivare in ogni casa, ma ahimè spentosi dall’interno per perdita d’interesse o magari per averne viste fin troppe.
In foto, riconosciamo i fratelli Piergiuseppe e Filippo Giuffrida, uno a destra e l’altro all’estrema sinistra, il mitico “Turi Carraro”, lo stesso Vito e Maurizio Vallone il barbiere,Piero Caponnetto ed il geom.Piccolo.
Tutti “congiurati” a fin di bene.
MDOC
104496946_3153454628053274_1167464226934346686_o

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *