Progetti ed iniziative - Aprile 20, 2019

Mascalucia, la nostra processione col Cristo morto. Venerdì Santo 2019

Da sempre il Venerdì Santo a Mascalucia è una festa dell’oscurità, squarciato solo dalle luci del fercolo del Cristo Morto e dalla mestizia delle fiammelle che portano le donne. È una processione di dolore, di colori blu e neri, di suoni cupi e ritmici di un tamburo, di voci sommesse e di sguardi di circostanza. […]
Di Regina Betti

...

Da sempre il Venerdì Santo a Mascalucia è una festa dell’oscurità, squarciato solo dalle luci del fercolo del Cristo Morto e dalla mestizia delle fiammelle che portano le donne.

È una processione di dolore, di colori blu e neri, di suoni cupi e ritmici di un tamburo, di voci sommesse e di sguardi di circostanza.

È un momento in cui vizi privati e pubbliche virtù vanno in scena, quasi si confondono tra loro, si mescolano in un cupo momento.

I passi sono lenti, cadenzati, ritmici. I volti si incontrano, si parlano, si irrigidiscono. Ognuno ha un suo scheletro nell’armadio, ognuno deve espiare qualcosa..
È la giusta notte. È il Venerdì Santo.

Articolo e foto di Giuseppe Reina

Ne è vietata la riproduzione e il copia-incolla delle foto che sono di proprietà dell’Associazione Culturale “Mascalucia DOC”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.