Gigliola Reyna

gigliola reyna

Nata a Catania da un celebre avvocato di Mascalucia, si è fin da piccola mossa nel campo dell’arte: ha studiato ballo e canto. Inizia la sua esperienza come attrice nel 1973 sul set del film “Virilità” e, in seguito nella Compagnia di Michele Abruzzo e Mario Landi. La sua interpretazione de “La figliastra” nei “Sei personaggi in cerca di autore” di L. Pirandello accanto a Mario Scaccia sotto la direzione al Teatro Greco di Taormina, ha lasciato tutti di stucco. Biagio Belfiore della “Gazzetta del Sud” la paragonò a Marta Abba. Seguirono: “Il Barbiere di Siviglia” nel personaggio di Rosina con A. Nichi, e quasi tutto il repertorio Pirandelliano. Non è però da meno come attrice tragica in Medea, né come attrice brillante. Una tournée teatrale in Argentina e Brasile con il grande Gilberto Idonea l’ha vista trionfare anche lì e poi films con Benigni (Johnny Stecchino), Cavara etc. e poi nella serie “Il Commissario Montalbano”.

di Maria Grazia Sapienza Pesce

Studi e ricerche